Domande frequenti sul recupero dell’aumento del seno

Blog Post 25 marzo 2021 4 MIN READ

Nonostante la negativa COPERTURA DELLE NOTIZIE dell’anno scorso sui dispositivi medici, l’aumento del seno tramite impianti continua ad essere la chirurgia estetica più comunemente eseguita nel mondo. Ma con i riflettori puntati sull’industria dei dispositivi medici (e giustamente), le donne interessate alla procedura hanno domande più specifiche e dettagliate su cosa comporta il processo di recupero.

Abbiamo raccolto alcune delle domande più frequenti (vecchie e nuove) che le donne fanno ai loro chirurghi plastici sul recupero da un aumento del seno.

Quando potrò tornare a lavorare e a guidare?

Non guidi per almeno due giorni dopo l’intervento, o fino a quando il suo chirurgo non le darà il via libera.

La maggior parte dei pazienti con impianti Motiva® sono stati in grado di riprendere il lavoro e le attività fisiche lievi o moderate dopo due settimane. Se il suo lavoro comporta una certa quantità di attività fisica (a differenza di un tipico lavoro d’ufficio, che lavora costantemente con gli schermi), potrebbe dover aspettare più a lungo, fino a quando il suo chirurgo lo autorizza.

Quando posso ricominciare a sollevare cose e fare esercizio?

Evitare qualsiasi attività faticosa fino all’autorizzazione del chirurgo. Se non sei sicuro se qualcosa si qualifica come “faticoso”, non andare avanti e rischiare – chiedi al tuo chirurgo, e sii specifico.

Tenete le braccia e i gomiti vicino ai fianchi ed evitate di sollevare qualsiasi cosa fino a quando il vostro chirurgo non ve lo permette.

Una volta autorizzato all’esercizio, introduci lentamente esercizi per la parte inferiore del corpo nella tua routine, progredendo verso l’attività muscolare di tutto il corpo. Non aspettatevi di poter tornare subito all’intensità o al peso a cui eravate abituati prima dell’operazione – iniziate con meno del solito e risalite gradualmente dove avete lasciato in origine.

Con Motiva SmoothSilk®, i pazienti in genere riprendono la piena attività PRIMA che con altri impianti, specialmente quelli testurizzati – a circa sei settimane dall’intervento.

Quanto tempo ci vuole perché le protesi mammarie si assestino in posizione e tutto il gonfiore si risolva?

Non fatevi prendere dal panico se i vostri seni appaiono più alti o più grandi del previsto subito dopo l’intervento. La tua pelle e i tessuti circostanti hanno bisogno di tempo per guarire e adattarsi alle tue protesi mammarie – un processo spesso descritto come “assestamento” o “caduta e fluffing”. Se avete protesi su entrambi i lati, non è raro che una si adatti più rapidamente dell’altra.

Mentre la maggior parte del gonfiore post-operatorio dovrebbe risolversi rapidamente, il tuo seno potrebbe rimanere gonfio per almeno tre mesi. Ma poiché il caso di ogni paziente può variare considerevolmente – per esempio, alcuni possono scegliere impianti molto grandi o avere tessuti più sodi della media – anche i periodi di recupero variano, a volte anche fino a sei mesi.

Come posso dormire bene senza danneggiare il mio nuovo seno?

Dovrai dormire sulla schiena per i primi due mesi per limitare il gonfiore ed evitare di sforzare i punti. Se non sei solita dormire sulla schiena, fai pratica in anticipo per acclimatarti, usando cuscini extra per aiutarti a mantenere la posizione o provando altri modi per allenarti.

Quanto tempo devo aspettare per poter fare di nuovo sesso?

Dovrai evitare ogni attività vigorosa – compresa quella sessuale – finché il tuo chirurgo non ti darà il via libera. Aumentare la pressione sanguigna in qualsiasi modo prima che tu sia completamente guarito da qualsiasi tipo di intervento chirurgico aumenta il rischio di emorragie interne, stress da incisione, o altre complicazioni che potrebbero mettere a repentaglio la tua salute e i tuoi risultati.

Una volta che hai ottenuto l’autorizzazione, inizia con delicatezza ed evita posizioni che mettano pressione sulla zona del petto.

Ci sarà dolore o sensibilità dopo l’intervento?

Il formicolio, l’intorpidimento, o anche gli scatti improvvisi di dolore nell’area del petto sono da aspettarsi nelle prime settimane, mentre i nervi si riparano dopo l’intervento. All’inizio si verificano più frequentemente o intensamente, queste sensazioni dovrebbero gradualmente diminuire. Se persistono o aumentano, visiti il suo chirurgo per un controllo.

Ho bisogno di controlli dopo la completa guarigione?

Le protesi mammarie non sono destinate ad essere dispositivi a vita. Anche dopo che tutta la guarigione post-chirurgica è stata completata, avrete ancora bisogno di follow-up e controlli regolari. Il Suo chirurgo sarà in grado di informarLa ulteriormente sul processo di follow-up.

Le risposte di cui sopra hanno lo scopo di essere informative e di offrire informazioni sul processo di recupero dopo aver ricevuto protesi mammarie. Il caso di ogni paziente è molto diverso, quindi rimanda sempre a un chirurgo plastico certificato ed esperto che conosca la tua storia per le tue esigenze specifiche.
*Le protesi Motiva® non sono ancora disponibili in commercio negli Stati Uniti e sono in fase di indagine clinica ai sensi delle norme della US Food and Drug Administration (FDA) per i dispositivi medici sperimentali.

404

Keine Ergebnisse gefunden

.

Die von Ihnen angeforderte Seite wurde nicht gefunden. Verwenden Sie die Schaltfläche unten oder die Navigation, um wieder auf den richtigen Weg zu kommen.

[1] Le informazioni fornite sono solo a scopo informativo ed educativo, il contenuto del presente documento non intende sostituire la consultazione con un medico. Gli impianti Motiva® non sono ancora disponibili in commercio negli Stati Uniti e sono in fase di indagine clinica ai sensi delle norme della US Food and Drug Administration (FDA) per i dispositivi medici sperimentali.
[2] Le dichiarazioni e le opinioni qui presentate sono applicabili a ciascun individuo. I risultati variano e possono non essere rappresentativi dell’esperienza di altri. Tutte le dichiarazioni sono fornite volontariamente e non sono state pagate, né sono stati forniti prodotti gratuiti, servizi o qualsiasi altro beneficio in cambio di tali dichiarazioni. Le dichiarazioni sono rappresentative dell’esperienza dei pazienti; i risultati esatti e l’esperienza saranno unici e individuali per ogni paziente.