La tua guida alle possibili complicazioni post-operatorie

Blog Post 25 marzo 2021 5 MIN READ

L’aumento del seno è riconosciuto come una delle principali procedure cosmetiche eseguite in tutto il mondo, e proprio come con qualsiasi altro intervento chirurgico, è uno che viene con possibili rischi di complicazioni. Se state pensando di sottoporvi alla chirurgia del seno per motivi estetici o ricostruttivi, dovreste tenere a mente che la decisione non dovrebbe essere presa alla leggera, piuttosto dovrebbe essere affrontata con una ricerca ben fondata. Con le scelte giuste, la chirurgia del seno può essere molto benefica ed è nota per portare molti effetti positivi nella vita delle donne, dal fornire sicurezza sociale e di sé alla sensazione di essere di nuovo intera dopo un intervento chirurgico per cancro. La giusta scelta delle protesi mammarie e del chirurgo, per esempio, può fare la differenza tra un grande risultato e un possibile percorso di complicazioni chirurgiche. Quindi, come si possono evitare alcune complicazioni chirurgiche? Diamo un’occhiata ad alcune delle complicazioni più comuni dopo l’intervento al seno e come Motiva® può aiutare a minimizzarle.

Prima di tutto, la contrattura capsulare

Ogni donna che si sottopone ad un aumento del seno formerà una cicatrice intorno alla sua protesi mammaria; questo è normale. Tuttavia, la contrattura capsulare si verifica quando il tessuto cicatriziale continua a contrarsi (indurirsi) intorno alla protesi mammaria, causando un restringimento del seno e un aspetto distorto, e può anche creare dolore e disagio. Riconosciuta come la complicazione più comune dopo un intervento di aumento del seno, la contrattura capsulare ha afflitto il mondo delle protesi mammarie per decenni. Tuttavia, grazie alla nostra esclusiva Superficie BIOCOMPATIBILE, il rischio di contrattura capsulare con le protesi Motiva® è meno dell’1% su oltre un milione di impianti in tutto il mondo!

Rottura

La rottura dell’impianto è al secondo posto. La rottura della protesi mammaria può verificarsi extracapsulare (al di fuori della capsula dell’impianto) e spesso si presenta come un nodulo con o senza dolore, che può essere facilmente rilevato. Tuttavia, questa subdola complicazione può anche verificarsi silenziosamente, all’interno della capsula, nota come rottura intracapsulare. Queste rotture possono essere difficili da individuare e spesso si presentano in “modalità furtiva”, senza sintomi. Pertanto, si raccomanda sempre di sottoporsi a regolari scansioni di risonanza magnetica per individuare questa complicanza astuta.

Tuttavia, crediamo che prevenire sia meglio che dover curare, ed è per questo che abbiamo portato alle donne la prima tecnologia BluSeal®, che fornisce la visualizzazione di uno strato di barriera intatto permettendo di rilevare la frattura del gel, oltre alla nostra tecnologia TrueMonobloc®, che permette all’impianto di muoversi come una struttura unica, aumentando così la durata del guscio. È grazie a queste tecnologie all’avanguardia di nuova generazione, esclusive di Motiva, che abbiamo raggiunto un impressionante tasso di rottura inferiore all’1% in oltre un milione di impianti in tutto il mondo, fornendo alle donne la possibilità di continuare la loro vita attiva dopo l’intervento senza la costante preoccupazione della rottura dell’impianto.

Rippling e/o visibilità dell’impianto

Anche se ad alcuni di noi non dispiace l’aspetto rivelatore dell’aumento, c’è una linea sottile tra l’aspetto dell’aumento e l’increspatura evidente o la visibilità della protesi. Il rippling si verifica quando le increspature visibili possono essere viste o sentite sulla superficie del seno. Questo può essere il risultato di una copertura insufficiente del tessuto o un risultato del tipo di impianto. Le protesi mammarie sotto-riempite, le protesi mammarie saline e le protesi mammarie testurizzate (che causano increspature da trazione) possono essere tutte colpevoli di increspature o visibilità della protesi. Per evitare questo tipo di complicazione, tutte le protesi Motiva® sono riempite al 100% con il nostro gel altamente elastico, progettato per rendere il rippling delle protesi una cosa del passato. Ma non è tutto, i pazienti con scarsa copertura dei tessuti hanno ora la possibilità di riempire l’area del tessuto mammario con MOTIVAHYBRID®, una procedura speciale che può aiutare a contornare il seno con il grasso del corpo, che non solo rimuove il grasso ostinato dalle aree indesiderate, ma fornisce anche una copertura aggiuntiva al seno, oltre a correggere eventuali asimmetrie!

Simmetria e spostamento laterale

A tutti noi piace un po’ di tette laterali o una scollatura ben definita, ma quando le nostre protesi mammarie sono quasi sedute sulla nostra schiena (spostamento laterale) o si sono spostate permanentemente l’una nell’altra (spostate medialmente), in quello che può essere descritto solo come un “uniboob” (Symmastia), abbiamo un piccolo problema sulle nostre mani. Queste due complicazioni sono spesso causate quando la selezione dell’impianto era un po’ troppo grande per l’anatomia della paziente, o il suo chirurgo era un po’ troppo eccitato durante l’intervento e ha tagliato troppo la tasca, permettendo alla protesi di spostarsi all’interno. E proprio come le protesi mammarie possono spostarsi verso il petto o lateralmente verso l’ascella, possono anche spostarsi verso sud, il che ci porta alla prossima complicazione.

Bottoming out e doppia bolla

Queste due complicazioni significano fondamentalmente che le protesi mammarie hanno deciso di dirigersi verso sud, causando un aumento di volume nel polo inferiore del seno o un rigonfiamento visibile nella parte inferiore del seno. Molti fattori possono causare queste complicazioni, come le dimensioni delle protesi, la tecnica chirurgica o anche i naturali effetti di invecchiamento dei tessuti del seno.

Riconosciamo che anche se lo spostamento dell’impianto, sia esso mediale, laterale o inferiore (a sud del seno) non è esattamente legato alle protesi mammarie di per sé, abbiamo voluto comunque offrire alle donne un mezzo per prevenire queste complicazioni. Per questo motivo, abbiamo creato il nostro Motiva® CENTRO LOCATOR, come un aiuto per le donne di tutto il mondo per cercare centri esclusivi MotivaImagine® o partner chirurghi certificati Motiva®, che possono aiutare a guidare il processo di selezione delle protesi, e portare le donne più vicine ai loro risultati finali da sogno.

Anche se ci sono molte complicazioni che possono verificarsi con la chirurgia di aumento del seno, con la combinazione del chirurgo giusto, gli impianti giusti, le tecniche chirurgiche giuste e le cure chirurgiche corrette, le complicazioni chirurgiche possono essere notevolmente minimizzate. Come azienda di salute delle donne, siamo impegnati ad aiutarvi a fare scelte intelligenti e belle sulla vostra salute.

*Le informazioni fornite sono solo a scopo informativo ed educativo, il contenuto del presente documento non intende sostituire la consultazione con un medico. Gli impianti Motiva® non sono ancora disponibili in commercio negli Stati Uniti e sono in fase di indagine clinica ai sensi delle norme della US Food and Drug Administration (FDA) per i dispositivi medici sperimentali.

404

Keine Ergebnisse gefunden

.

Die von Ihnen angeforderte Seite wurde nicht gefunden. Verwenden Sie die Schaltfläche unten oder die Navigation, um wieder auf den richtigen Weg zu kommen.

[1] Le informazioni fornite sono solo a scopo informativo ed educativo, il contenuto del presente documento non intende sostituire la consultazione con un medico. Gli impianti Motiva® non sono ancora disponibili in commercio negli Stati Uniti e sono in fase di indagine clinica ai sensi delle norme della US Food and Drug Administration (FDA) per i dispositivi medici sperimentali.
[2] Le dichiarazioni e le opinioni qui presentate sono applicabili a ciascun individuo. I risultati variano e possono non essere rappresentativi dell’esperienza di altri. Tutte le dichiarazioni sono fornite volontariamente e non sono state pagate, né sono stati forniti prodotti gratuiti, servizi o qualsiasi altro beneficio in cambio di tali dichiarazioni. Le dichiarazioni sono rappresentative dell’esperienza dei pazienti; i risultati esatti e l’esperienza saranno unici e individuali per ogni paziente.